domenica 1 novembre 2009

LUCCA COMICS & GAMES 2009


POST EDITATO

"Per avere introdotto, con l'ideazione della miniserie Caravan, numerose e rilevanti novità sia di carattere formale che di carattere narrativo all'interno della produzione della Sergio Bonelli Editore, valorizzando al massimo l'umanità dei personaggi, scrivendo dialoghi realistici che rifuggono da clichés e stereotipi e, infine, rinunciando a concentrare l'attenzione su un solo protagonista per dare vita a una vicenda realmente e credibilmente corale, il Premio Gran Guinigi per il miglior sceneggiatore viene assegnato a Michele Medda."

Curiosamente, le motivazioni dei premi di Lucca Comics and Games 2009 agli autori (compresi Pasquale Frisenda come miglior disegnatore e Joann Sfar come miglior autore unico) non sono state pubblicate sul sito della manifestazione (almeno fino a questo momento). Ringrazio Diego Cajelli per avermi passato quella relativa al mio premio, e quella del premio a Pasquale Frisenda quale miglior disegnatore; la motivazione è "per avere offerto, disegnando le 224 tavole di Patagonia una prova di rara maturità grafica, dimostrandosi abile tanto nel realizzare sequenze d’azione ed epiche scene di massa quanto nell’esaltare l’espressività dei personaggi, e per avere in questo modo consolidato il suo status di maestro del bianco e nero ormai in possesso di una riconoscibile cifra stilistica pur seguitando a muoversi nell’aureo solco che va da Milton Caniff e Alex Toth fino a Ivo Milazzo".

La foto qua sopra è di Fabrizio Salvetti, e fa parte dell'album dell'organizzazione, visibile su flickr a questa pagina.

Non chiedetemi perché, pur essendo il premio assegnato per il lavoro su Caravan, durante la consegna del premio è stata proiettata l'immagine di una copertina di Nathan Never.

Ho ringraziato dal palco, e lo rifaccio qui, tre persone senza le quali Caravan non sarebbe mai uscito: Sergio Bonelli, il mio supervisore Mauro Marcheselli, e la mia prima stella a destra: Lucia.

9 commenti:

Fabrizio Lo Bianco ha detto...

La motivazione mi è piaciuta un sacco.

W Michele!
W Caravan!
W la prima stella a destra!

Un abbraccio :)

Filippo ha detto...

Complimenti Michele! Ero a Lucca giovedì e venerdì, ero all'incontro di giovedì, ma non ti ho fatto la domanda su Lost. In realtà non ti ho fatto alcuna domanda, ho semplicemente ascoltato rapito. Non ho ancora letto Caravan, ma inizierò da subito a recuperare gli arretrati e a portarmi alla pari. No, il premio non c'entra niente, non è per quello che lo faccio. E' stato quello che hai detto all'incontro, è stato come l'hai detto (con passione), insomma mi hai convinto. Con me c'era un'altra persona; pensavo che si fosse annoiata invece mi ha detto che ha ascoltato con molto interesse e che ha intenzione di leggere la serie.

Michele Medda ha detto...

Filippo, ma perché non ti sei fatto riconoscere? Dopo l'incontro mi sono trattenuto fuori della sala per autografare degli albi, potevi avvicinarti!
Questi lettori... fanno gli spavaldi su internet, poi nella realtà sono dei timidoni...

Rico ha detto...

Complimenti per il premio. non sono necessariamente d'accordo sul fatto che te l'abbiano dato per Caravan (che apprezzo molto), ma credo che sia ben meritato per il corpo del tuo lavoro.

Filippo ha detto...

Si, lo confesso, sono timido (però in internet non uso nick, è già qualcosa). Presentarmi davanti a tutti sarebbe stato problematico, te lo assicuro. E' uno dei miei milllle (rigorosamente con quattro elle) difetti. Inoltre non avevo albi di Caravan da farmi autografare (questa è una scusa che potrebbe andare bene per mascherare la mia timidezza). Ho visto che ti sei fermato e mi è dispiacito molto non poter fare due chiacchiere, come mi è dispiaciuto che l'incontro sia stato letteralmente interrotto. Sarà per la prossima volta se troverò il coraggio. Rinnovo i complimenti per il tuo lavoro e per la persona che sei. Non ti conosco, ma l'impressione è stata positivissima.

Patrizia Mandanici ha detto...

Complimenti Michele, sono contenta per te e per tutti quelli che hanno lavorato alla serie.

Anonimo ha detto...

E pensare che alcuni "luoghi internettiani" non hanno trattato benissimo il tuo lavoro. Questo maledetto mondo reale non vuole proprio uniformarsi alla rete! :)
A proposito di mondo reale, ho convertito un amico in carne e ossa al tuo fumetto. Dopo avergli prestato i primi 5 numeri, si è subito messo in moto per recuperare gli arretrati. Per essere un fumetto letto e premiato da persone fisiche, Caravan si diffonde come un virus informatico.

Complimenti per il premio! :)

Antonio

Mat ha detto...

complimenti Michele!
ero a Lucca sabato e domenica e ho clamorosamente bucato l'incontro di sabato (se si è fatto... tu c'eri?)
non ero mai stato a Lucca Comics. sono contento per te, il tuo lavoro e Caravan!
continua così

Michele Medda ha detto...

Mat, sabato c'è stato l'incontro con gli sceneggiatori di Dylan Dog, ma io non c'ero.

Grazie, Antonio. Il passaparola è l'unico modo che abbiamo per diffondere i nostri fumetti. Leggete e diffondete, quindi. Prestate Caravan ai vostri amici, soprattutto a chi non segue i fumetti seriali pensando che ci siano solo scazzottate e sparatorie.

Nel suo piccolo, Caravan sta dimostrando che anche per un fumetto da edicola è possibile raggiungere il pubblico "specializzato" delle librerie.